Campionato: Under 17

Malaspina Sport Team – Here You Can

-

Basket Lodi – CM BASKET 84

Matinèe domenicale per i ragazzi U17 del CM ospiti del Basket Lodi, formazione con cui dividono il terzo gradino di un ipotetico podio nel campionato di categoria Plate 1.

Il precedente annuale tra le due squadre ricorda la vittoria sul filo di lana dei ragazzi di Cassina bravi ad imporsi al termine di una gara vivace e combattuta.

Inizio arrembante degli ospiti che nonostante un pressing molto alto da parte dei locali riescono ad innescare le proprie bocche da fuoco capitalizzando al massimo l’intensità difensiva per il 3-15 dei primi 5 minuti. Coach Alessandrini si trova costretto ad attuare rapidi cambi sia per non caricare di falli il suo starting five che per concedere minuti extra di recupero vista la temperatura estiva presente all’interno della palestra.

A fine frazione l’impressione avuta dagli spalti è quella di un CM padrone del campo con Vicidomini in versione deluxe e tutta la squadra a supporto.

La prevista reazione di Lodi ad inizio secondo quarto non sembra essere particolarmente efficace con i gialloblu bravi nei primi minuti ad allungare addirittura ,riportando il vantaggio oltre la doppia cifra. Loglisci chiamato a recitare la parte del protagonista sotto canestro a supporto di Cè, penalizzato da alcuni falli a metà tra l’ingenuità e la fiscalità arbitrale, sfodera il piglio del lottatore ,arpionando ogni pallone vagante . Varisco e Casletti entrati con chiari compiti difensivi eseguono gli ordini di marcatura in maniera ordinata. Al 17° minuto sono 13 i punti di vantaggio delle Bees(30-43) ma un parziale interno di 13-2 negli ultimi 180 secondi riporta alle considerazioni iniziali di massimo equilibrio l’incontro.

Venti minuti di assoluta qualità ,vanificati dagli ultimi 3 minuti del primo tempo, sono un solida base su cui era lecito aspettarsi una seconda frazione di pari livello.

Ed invece dopo aver subito, per la prima volta dalla palla a due ,il pareggio a quota 48 dopo 60 secondi, i gialloblu si scoprono improvvisamente fragili e pasticcioni. Le troppe palle perse costante fastidiosa delle ultime partite ,e il calo delle percentuali ai tiri liberi, aprono la strada a Lodi per il sorpasso culminato a 2 minuti dal termine della terza frazione sul 58-49.

Partita quindi ribaltata completamente con i padroni di casa che, spinti dal numeroso pubblico prova a piazzare l’allungo decisivo.

Ancora una volta è il carattere dei ragazzi di Cassina ad essere il motore della rimonta. Con un parziale a trazione Vicidomini culminato con la tripla di Mariani, sempre più presente nelle rotazioni di coach Alessandrini, il CM entra nell’ultima frazione in ritardo di un solo punto (58-57).

L’ultimo quarto vede le due squadre alternarsi al comando senza riuscire però a staccare i rivali oltre un possesso di distanza. É ancora una volta Vicidomini a rompere l’equilibrio ,e quando Cè ,pochi attimi prima di commettere il 5° fallo, regala il + 6(63-69) del 37° i giochi sembrano fatti. A 100 secondi dal termine un canestro di Loglisci su assist immaginifico di Calloni porta a 7 i punti di vantaggio dei gialloblu ma una tripla di Lodi riapre completamente i giochi(68-72).

Alla tripla sbagliata di Calloni è Loglisci a metterci una pezza uncinando il suo 10 rimbalzo dell’incontro prima che l’interpretazione arbitrale punisca la penetrazione di Vicidomini restituendo ancora palla ai bianconeri locali ,bravi in penetrazione a segnare per il -1 a 30 secondi dalla fine. Sul seguente fallo è Calloni,a 7 secondi dal termine ad avere la possibilità di allungare a 3 i punti di vantaggio ma ,dopo aver sbagliato il primo la decisione di sbagliare anche il secondo libero non trova nemmeno il ferro regalando ai locali la palla di un beffardo sorpasso sulla sirena. Sorpasso che non si concretizza grazie alla attenta difesa di Bronzi che obbliga l’avversario ad un tiro contestato sul secondo ferro, regalando al contempo una prestigiosa vittoria in trasferta contro un avversario che ,nel computo delle due partite stagionali perse complessivamente di 3 punti, può legittimamente ritenersi allo stesso livello dei gialloblu.

Sono parole di orgoglio e soddisfazione quelle pronunciate da Mariani al termine della gara:”é stata una bellissima partita con un mix di emozioni ,passione e soprattutto tanto cuore dal primo minuto all’ultimo secondo. Il + 1 finale raggiunto dopo essere stati avanti di 13 punti nel primo tempo ed essere finiti a – 9 nel secondo, ci da ancora maggior soddisfazione. Sono veramente orgoglioso di tutti i miei compagni e della società che rappresentiamo”

-

Pol. Meta 2000 – Vivisport Landriano

-

Malaspina Sport Team – Basket Lodi

-

Here You Can – Vivisport Landriano

-

Pol. Meta 2000 – CM BASKET 84

Aldilà dei luoghi comuni, e dei modi di dire, capita di dover commentare una partita dovendo far ricorso alla più che abusata frase “vincitore morale”.

Nella difficile trasferta che il CM Basket ha sostenuto nel pomeriggio sull’ostico campo del Meta 2000 di San Donato, i ragazzi di coach Alessandrini, pur sconfitti, hanno potuto constatare a proprie spese la veridicità di tale affermazione.

Partenza sprint per le giovani Bees che dopo soli 90 secondi si portano sul 3-10 sorprendendo i quotati avversari. Meta 2000, già vincitrice della gara d’andata, reagisce con ordine e grazie ad un parziale di 9-2 impatta all’8° minuto a quota 12. Coach Alessandrini alterna con attenzione i propri effettivi riuscendo a chiudere in vantaggio la prima frazione (16-18).

Il secondo quarto regala una nuova fiammata del CM. Le giovani Bees mostrano coraggio e personalità e grazie a Cè ben coadiuvato da Calloni, autore di alcune giocate di assoluto talento, allungano sul + 9 al 17°(23-32). Sono alcune imprecisioni da sotto e un paio di palle perse ospiti a permettere ai biancoblu locali di impattare a quota 32 prima che un layup di Vicidomini, ad alto coefficiente di difficoltà, riporti le squadre negli spogliatoi per la pausa lunga con gli ospiti meritatamente avanti anche se di 2 soli punti.

Mini vantaggio che la squadra di coach Alessandrini prova ad incrementare in apertura di terza frazione grazie al fatturato di un instancabile Cè. Meta 2000 ha il merito di rimanere sempre in scia senza permettere a Ferrante e compagni di allungare con decisione oltre i 5 punti (41-46) di vantaggio del 25°, confermando di fatto il vantaggio CM anche allo scadere dell’ultimo quarto (48-52).

La svolta della gara in apertura di ultima frazione quando, in un tentativo di penetrazione a canestro Calloni, fino a quel momento autentico fattore in positivo dell’incontro, commette il suo 5° fallo obbligando coach Alessandrini a fare a meno di uno dei suoi più talentuosi ed imprevedibili giocatori. Le limitate rotazioni ospiti (solo 9 in divisa) perdono quindi una delle pedine più di prestigio obbligando agli straordinari i rimanenti giocatori.

I padroni di casa approfittando di alcune palle perse inopinatamente dagli ospiti trovano i punti per impattare a quota 54 e sorpassare di slancio fino al +6 del 36°(62-56). Il CM può andare sotto nel computo dei centimetri complessivi, può risultare inferiore nella tecnica individuale alla presenza di squadre di alto livello, ma rifiuta completamente la resa se il confronto riguarda impegno e determinazione.

5 punti consecutivi di Bronzi riportano ad un solo punto di distanza le due squadre a 120 secondi dal termine (61-62). Le successive due occasioni per riportarsi in vantaggio non premiano i gialloblu che subiscono il nuovo allungo a 40 secondi dal termine (67-61) prima che la tripla di Vicidomini regali gli ultimi secondi di speranza . Il fallo sistematico a cui fanno ricorso i gialloblu offre unicamente ai padroni di casa l’occasione di dilatare il vantaggio per il 70-64 finale. Risultato penalizzante in ottica di classifica per il CM ma giunto al termine di una gara ben giocata da entrambe le squadre.

É un deluso Loglisci, per il CM, a commentare la partita: ”Gran bella partita, combattuta fin dai primi minuti. Le rispettive difese hanno condizionato l’incontro. Siamo riusciti a rimanere in controllo per i primi 3 quarti cedendo alla stanchezza nell’ultima frazione. Spiace, perché alcune disattenzioni individuali sono risultate decisive per il risultato finale. Adesso resettiamo in fretta questa delusione per affrontare al meglio la trasferta di settimana prossima a Lodi”

-

Vivisport Landriano – Malaspina Sport Team

-

Pol. Meta 2000 – Basket Lodi

-

CM BASKET 84 – Here You Can

Prima gara del girone di ritorno per le giovani Bees under 17. Avversaria odierna è la squadra Here You Can Pavia compagine già affrontata e battuta a domicilio nel girone d’andata. Cassina torna in campo una settimana dopo la dura sconfitta, nonostante una buona prestazione, subita sul campo della capolista Vivisport Landriano, autentica corazzata  e unica squadra ancora imbattuta nel girone.

L’inizio è caratterizzato da una forte anemia offensiva da parte di entrambe le squadre con i gialloblu che trovano punti  dal campo solo dalle conclusioni di Ferrante riuscendo comunque ad impedire agli ospiti di trovare la via del canestro per i primi 6 minuti(8-0).

A cavallo dei primi due quarti gli ospiti, aiutati dalle troppe palle perse e da percentuali al tiro deficitarie da parte dei gialloblu, piazzano un parziale di 4-19  che ribalta completamente inerzia e risultato(12-19). Cè ,stimolato dal confronto con i lunghi avversari, riporta sotto i suoi ed apre il contro parziale di 13-0 ,a 2 minuti dall’intervallo lungo, che permette a Cassina di garantirsi 5 punti di vantaggio alla sirena.

Alla ripresa gli ospiti dimostrano di voler onorare in pieno la trasferta sulla Martesana ,ribattendo colpo su colpo ai tentativi della truppa di coach Alessandrini di allungare in maniera definitiva. Calloni , mettendo in mostra alcune giocate pregevoli, e Vicidomini ,eletto dagli avversari pericolo pubblico numero 1 a causa dei 39 punti realizzati nella gara d’andata, mantengono sempre avanti i locali respingendo i tentativi ospiti di aggancio. La firma di Calloni, croce e delizia per i gialloblu, sulla sua seconda tripla di giornata, regala un piccolo tesoretto di punti di vantaggio ai suoi con cui iniziare l’ultima frazione.

Vantaggio che i gialloblu riescono ad aumentare ad inizio ultimo quarto. La tripla di Cè e i canestri di Ferrante, top scorer di giornata, regalano il primo vantaggio considerevole di giornata al 35° minuto (61-42) chiudendo di fatto la pratica referto rosa nonostante gli ospiti riescano nel finale ad accorciare le distanze chiudendo la gara sotto la doppia cifra di distacco, risultato sicuramente più veritiero per la buona prestazione offerta.

Il commento a fine gara di Capitan Ferrante:” Confrontando la gara con quella dell’andata è evidente la minor intensità e concentrazione con cui siamo entrati in campo. Fortunatamente, nonostante la giornata molto calda, siamo riusciti ad esprimere maggior intensità nella ripresa gestendo il vantaggio una volta acquisito. La lucidità nel finale ci ha permesso poi di chiudere una partita che ad un certo punto avrebbe potuto prendere una piega pericolosa”

-

Here You Can – Basket Lodi

-