CM BASKET 84 – Basket Locate

-

CM BASKET 84 – Agrate Brianza

Scattano i playoff per la prima divisione Youth del CM. Ospiti dei gialloblu sono i canarini di Agrate compagine già affrontata in stagione e battuta grazie ad un canestro praticamente sulla sirena di Draghetti. La strada che porta ad una ipotetica promozione passa attraverso una gara secca che la compagine di coach Ricci affronta tra le mura amiche della palestra di via Radioamatori, affollata per l’occasione praticamente a capienza piena.

Dopo una fase iniziale di studio dove Draghetti, sfruttando il suo senso della posizione offensiva, trasforma in 4 punti consecutivi i rimbalzi in attacco conquistati è Carmignani a realizzare tre triple consecutive lanciando le Bees al vantaggio in doppia cifra già al 5° minuto (14-3). La asfissiante difesa dei locali blocca ogni tentativo di recupero ospite. Alla prima sirena sono 11 i punti di vantaggio del CM in pieno controllo dell’incontro.

Nella seconda frazione Agrate trova con Gadda i punti per recuperare parte dello svantaggio ma è un preciso Cerri a realizzare 4 punti consecutivi per chiudere il primo tempo sul 26-19.Partita quindi parzialmente riaperta da parte degli ospiti a dire il vero più per un calo delle percentuali del CM che non per propri meriti.

In apertura di terza frazione i ragazzi di coach Ricci producono lo strappo decisivo. Crespi regala lampi di regia innescando ora il tiro pesante di un preciso Carmignani, top scorer di giornata e autore di 5 triple totali con dedica finale al pubblico di casa, ora Draghetti motivato dallo scontro con i lunghi avversari.

Il vantaggio dei gialloblu di casa cresce progressivamente stabilizzandosi oltre la doppia cifra abbondante e quando anche l’ala Vicentini si iscrive al referto realizzando 4 punti consecutivi in chiusura di frazione il tabellone recita un più che rassicurante + 16.

Nell’ultimo quarto a capitan Pisoni e compagni basta controllare il timido tentativo ospite di rientro per pregustare il passaggio del turno chiudendo a braccia alzate una gara mai veramente in discussione. Semifinale dunque, in attesa di conoscere il prossimo avversario e relativo campo di gara. Avversario che uscirà domenica dalla sfida tra San Pio V e Città di Opera.

A fine gara è di un soddisfatto Carmignani il commento alla partita:” Si è avvertito fin dall’inizio il clima playoff ,sia in campo ma soprattutto sugli spalti.Sono contento che la mia prestazione sia coincisa con la vittoria di un gruppo che a questo punto non si pone limiti per il proseguo di questi playoff.Credo che questa sera abbiamo dimostrato che giocando con questa “fame “ nessun obbiettivo ci sia precluso

-

CM BASKET 84 – Villaguardia

-

CM BASKET 84 – Vivisport Landriano

Chiusura di stagione prestigiosa per i ragazzi di coach Alessandrini che ospitano tra le mura amiche la capolista VIVISport Landriano, formazione in testa al raggruppamento Plate 1, capace di battere nettamente nel girone d’andata i gialloblu.

Le due squadre scendono in campo con obiettivi diversi, i padroni di casa mossi principalmente dall’orgoglio di dimostrare, al cospetto  dei quotati avversari, il proprio valore. Gli ospiti obbligati, seppur già qualificati per la fase playoff, a mantenere a distanza la Poll Meta 2000 appaiati a loro in classifica.

La gara non delude le attese con Landriano capace nel primo quarto a mandare a referto tutto il quintetto senza però riuscire a staccare i gialloblu che anzi, dopo aver retto l’urto dei primi della classe grazie ad un piano gara ottimamente eseguito, riescono addirittura a passare in vantaggio e chiudere avanti la prima frazione guidati offensivamente da Cè e Calloni.

Ad inizio secondo quarto il CM produce lo sforzo maggiore. Bronzi, spende ogni singola stilla di energia nella marcatura di Aquili, riuscendo a limitarne l’impatto ed è Vicidomini, stimolato dalla competizione, piazza in rapida successione 3 triple che chiudono il parziale interno di 12-2 per il 31-20 del 15°. Landriano reagisce e trova in Sperindio il terminale per riportarsi sotto chiudendo la frazione sotto di soli 5 punti.

Per la cronaca a metà secondo quarto, nel tentativo di scuotere la propria squadra, il coach degli ospiti veniva espulso dopo esser stato sanzionato con due falli tecnici.

Se il piano difensivo di coach Alessandrini mirava, con successo, al contenimento di Aquili, non si può dire lo stesso di Landriano nei confronti di Cè. L’ala gialloblu ancora una volta ha messo in mostra un repertorio di forza, tecnica e agonismo a cui gli ospiti non hanno saputo porre in alcun modo rimedio. I 35 punti, 17 rimbalzi e 3 stoppate sono il risultato numerico di una prestazione a cui è doveroso aggiungere difesa e leadership.

Dopo l’intervallo lungo Landriano, sfruttando la maggior profondità del roster ricuce rapidamente lo svantaggio e passa a condurre (46-47 al 26°) nonostante anche il vice allenatore venga espulso direttamente per proteste. La pronta reazione di capitan Ferrante ed i suoi regala però il parziale di 8-2 con cui i gialloblu chiudono la frazione.

Ultimi 10 minuti di campionato per coach Alessandrini e i suoi ragazzi quindi, ma se qualcuno pensava che l’ennesima “bella figura” potesse bastare per salutare il pubblico presente, aveva sbagliato i conti. Gli ospiti producono il massimo sforzo e operano il sorpasso sul 55-56 . E’di Calloni autentica dinamo della squadra ,capace di autocaricarsi durante le sfide più accese, il canestro del controsorpasso.

Landriano, formazione capace di segnare 86 punti di media in questo raggruppamento e vincitrice della gara d’andata dove sfondò il muro dei 100 punti segnati, trova nella difesa organizzata dei gialloblu un ostacolo invalicabile. Le Bees di Cassina, come l’animale da cui prendono il nickname, attaccano e difendono in sciame, obbligando gli avversari a soluzioni avventurose e senza fortuna. Cè e Vicidomini realizzando i 13 punti complessivi, per il parziale di chiusura della gara, regalano al pubblico locale e al presidente Molinaro, venuto per l’occasione a sostenere i ragazzi, motivi di orgoglio, ed al contempo di rimpianto, per qualche occasione persa che avrebbe potuto aprire alla squadra il tabellone finale dei playoff.

Argomento che coach Alessandrini ha sfiorato nella “chiacchierata” di fine gara.” Chiudiamo una stagione di grande crescita ed impegno con la nostra miglior prova a livello di applicazione e concentrazione. Sono molto soddisfatto della vittoria e abbiamo dimostrato di potercela giocare contro le migliori squadre della categoria. Non posso che ringraziare i miei giocatori per l’impegno e la voglia dimostrata ancora una volta ,e la società per il supporto che ci dimostra sempre

-

CM BASKET 84 – Civico XV Pol. Comense 2015

-

Malaspina Sport Team – CM BASKET 84

-

CM BASKET 84 – KOR SAN GIULIANO

Si chiude il campionato del CM che, dopo aver raggiunto la matematica salvezza al termine della seconda fase, chiude anche questa fase ad orologio battendo davanti al proprio pubblico il Kor San Giuliano, formazione che, come i padroni di casa, nulla aveva da chiedere più alla classifica.

Nonostante il poco interesse per la classifica finale delle due squadre, il colpo d’occhio sulle tribune è degno di altri palcoscenici, merito in particella componente ospite e soprattutto dei giovanissimi atleti CM venuti in buon numero a salutare i loro “fratelli maggiori” giunti all’ultimo impegno stagionale.

La gara non regala grandi emozioni, perlomeno nei minuti iniziali, con il risultato che si mantiene in bilico per tutta la prima frazione chiusa dagli ospiti con un solo punto di vantaggio dopo aver toccato il + 5 al 8° minuto.

Seconda frazione che si rivela più frizzante con Kor brava ad allungare sul +6 al 5°( 21-27). Cassina reagisce trovando con Vicentini e la tripla di Alessandrini i punti per accorciare ad un solo punto il distacco (26-27) a 120 secondi dall’intervallo lungo. Un mini parziale di 2-7 chiude la frazione grazie ai punti ospiti di Bertoni, miglior marcatore di giornata, e Gori.

Alla ripresa del gioco è uno scatenato Carmignani a regalare, grazie a due triple, la parità, a quota 36 al CM. La gara adesso è piacevolissima con le due formazioni pronte a gareggiare in un continuo rincorrersi nel punteggio. É il CM a chiudere avanti la frazione sfruttando al meglio la tripla di Geroli per il 51-49 del 30°.

Ultimo quarto che si apre all’insegna dell’equilibrio con gli ospiti che impattano con Bertoni a quota 51. Gli ospiti restano pienamente in gara passando addirittura in vantaggio a 5 minuti dalla fine (56-57). Sono Monetti e la terza tripla di serata di Marini a riportare avanti il CM (63-59) a 180 secondi dal termine, ma ci vogliono 6 punti consecutivi di Salzillo per spezzare l’equilibrio che gli ospiti erano stati in grado di imporre a 90 secondi dalla fine. Il sigillo finale di Monetti, che realizza gli ultimi 2 punti della stagione del CM e il successivo canestro di Bertoni per gli ospiti, servono a sigillare il risultato finale.

Sono di Lorenzo “Lollo” Carmignani, guardia del 2002 e prodotto locale, le considerazioni a fine incontro: ”Partita che fin dall’inizio è corsa sui binari dell’equilibrio. Nonostante la mancanza di stimoli da parte della classifica si notava che entrambe le squadre volevano regalare ai propri sostenitori la vittoria nell’ultima occasione dell’anno. Il nostro merito è stato quello di rimanere concentrati fino alle battute finali dove siamo riusciti ad allungare regalando al nostro pubblico una vittoria fortemente voluta. Da parte mia la soddisfazione è doppia. La presenza sugli spalti di tanti bambini del CM mi ha ricordato quando ero io sulle balaustre ad applaudire quelli che dopo qualche anno sono diventati miei compagni di squadra.”

Nelle considerazioni di fine stagione spiace dover rimarcare ancora come la formula utilizzata per questa terza fase del campionato abbia compromesso le possibilità di alcune squadre di giocare per obbiettivi maggiori, costringendo le stesse ad affrontare impegni con in palio unicamente lo spirito agonistico del gioco

-

CM BASKET 84 – Basket Team Paullo 2.0

Quintetto iniziale: Marchetti, Jovanovich, Gazzotti, Motta, Chiurlo

Ritorno alla vittoria dopo tre stop consecutivi per i senior della prima divisione.
Una partita non bella esteticamente affrontata con alcune assenze importanti da parte del CM che ha sopperito mantenendo il controllo della partita anche quando la rincorsa degli avversari era giunta ad un canestro di differenza.
Inizio autorevole dei nostri che si fanno rimontare a fine periodo chiudendo sul 18 a 16. Nel secondo quarto gli avversari vanno veramente in confusione non riuscendo a realizzare neanche un punto e noi ne approfittiamo veramente il gusto segnando solo 11 nel quarto.
La partita sembra ormai incanalata a nostro favore, ma non riusciamo più a produrre in attacco con continuità sbagliando “l’impossibile” da sotto e non realizzando i tiri liberi che ci vengono concessi per la fallosità avversaria, ma non realizziamo neanche con un imbuto a canestro.
Subiamo una forte rimonta che porta gli avversari sul meno 2 (44 a 42).
Il coach richiama tramite un time out i ragazzi alla calma e di giocare semplice cosa che viene fatta con regolarità. Realizziamo con continuità non permettendo alcun canestro agli avversari.
Una nota di merito a Gazzotti che oggi realizza il suo record di punti con 17 realizzati.
Prossima partita mercoledì 25 maggio a Vimodrone.
Seguiamo le indicazioni del coach come nel finale di questa partita e potremo rinnovare con una vittoria il nostro percorso nella seconda fase.

-

CM BASKET 84 – ABC Bk Crema 010

Ultima partita stagionale per i ragazzi 2003/4.
Ospiti della palestra di Via Radioamatori i pari età di Crema per la partita che vale il terzo posto nel girone.
Sono gli ospiti a provare il primo allungo con due tiri dalla lunga che valgono il 6/14 e costringono coach Cozzi a chiamare time out e a cambiare l’intero quintetto inziale apparso abulico. Sono Furbesco e Monzani a riportare la partita sull’equilibrio e a limitare i danni, infatti il quarto si chiude 17/22.
Nella seconda frazione i nostri si svegliano ed entrano nel match, un parziale di 9 a 2, con capitan Zenere sugli scudi, fissa il primo miniallungo al quale rispondono però subito gli ospiti con la chirurigca precisione dalla lunetta del numero 24 (Vailati).
Si va al riposo sul 37/35 dopo i primi 20 minuti giocati veramente a buon ritmo da tutti i ragazzi scesi sul parquet.
Alla ripresa i neroarancio tornano avanti di 4 prima che il duo Meda/Girola che diventa un fattore irrisolvibile per la difesa ospite, falcidiata dai falli, faccia volare i nostri sul + 10 (58/48). La frazione si chiude sul 60/52.
L’ultimo quarto sembra diventare una formalità per i nostri ragazzi che con le penetrazioni sotto canestro di Furbesco volano sul +12 (70/58). Sembra finita, ma, complici due tiri da tre da notevole distanza, i cremaschi si riportano sotto sino al 70/65; è il duo Arrighi/Zenere a realizzare i punti della sicurezza e della meritata vittoria per i cassinesi.
Termina cosi la stagione 21/22 con un bilancio complessivo di 6 vittorie e 10 sconfitte.
Tante note positive, qualche inevitabile passaggio a vuoto e un paio di brutte prestazioni da archiviare velocemente. La squadra quando è potuta scendere in campo a ranghi completi (ahimè ben poche volte quest’anno) ha dimostrato tutta la voglia di fare bene e di crescere insieme.
Ora è importante la presenza negli allenamenti da qua alla prima settimana di giugno: ragazzi siete un bel gruppo e alla ripresa settembrina vi aspettiamo tutti per una nuova stagione di basket!

Pillole di statistiche – marcatori complessivi (compresa media punti per partite giocate)

Zenere 139  (11.6)
Arrighi 134  (11.2)
Monzani 114  (8.8)
Marchesi 111  (12.3)
Paskar 81  (7.4)
Maruzzo 80  (6.2)
Furbesco 62  (4.1)
Meda 52  (3.3)
Ferrara 31  (4.4)
Andreoni 23  (1.9)
Girola 20  (3.3)
Motta 19  (1.4)
Biazzi 12  (0.8)
Aceti 11  (1.0)
Bucci 4  (0.4)

-

CM BASKET 84 – ASD Basket Vignate

Quinta partita della seconda fase per il CM, con qualche record da sottolineare. 12 presenze in panchina, il maggior numero di punti segnati in una partita e 10 giocatori a referto. Tutto questo non è stato sufficiente per vincere una partita alla portata dei nostri ragazzi. Dopo aver gestito con autorevolezza il primo quarto chiuso sul 18 a 12 subiscono la fisicità dei giovani avversari nel secondo quarto che con 3 delle 8 bombe totali si portano in vantaggio a metà partita.
Abbiamo tutto il tempo per recuperare e far nostro l’incontro, ma il rientro in campo mantiene l’andamento del secondo e gli avversari con altre 4 bombe affossano i nostri attacchi e chiudiamo sotto di 10 punti ( 42 a 52). Nell’ultimo quarto abbiamo una buona reazione, ma nei momenti topici facciamo alcuni errori che non permettono la realizzazione semplice oppure diamo modo ai nostri avversari di far alcuni canestri evitabili. Ci avviciniamo sino ad un possesso di differenza ma non riusciamo mai a perfezionare l’aggancio.
Peccato dato che le occasioni ci sono state. La riprova che era una partita da vincere è proprio nella gestione iniziale e nella reazione finale della squadra che ci da’ la sensazione che con un impegno continuo su tutti i 40 minuti e concentrazione sulle azioni avremo portato a casa un risultato diverso.
Abbiamo pagato la mancanza di lucidità in alcuni canestri ” facili” ed una cronica bassa percentuale ai liberi ci ha condannato ad una sconfitta che avrebbe coronato i record di questa partita raggiunti dalla squadra.
Avremo un altro impegno ravvicinato e sarà occasione di riprendere confidenza con la vittoria che manca da diverso tempo.

-